A 18 mesi dal lancio, poche persone usano, estraggono o acquistano il grin

A 18 mesi dal lancio, poche persone usano, estraggono o acquistano il grin

A 18 mesi dal lancio, poche persone usano, estraggono o acquistano il grin - Grin 1024x576Nonostante il lancio con una considerevole fanfara all’inizio del 2019, grin, la prima criptovaluta nata per testare il protocollo sulla privacy MimbleWimble, non mostra segni di vita. Al suo lancio, gli investitori professionisti hanno finanziato – secondo alcune stime sono stati versati 100 milioni $ – il mining della criptovaluta, ed alcuni l’hanno addirittura definito una sorta di “Bitcoin 2.0”.

Una discesa vorticosa

La privacy senza sacrificare la scalabilità è il vantaggio principale di MimbleWimble, secondo gli sviluppatori di grin. Le prime monete grin sono state emesse attraverso un cosiddetto “lancio equo” in base al quale, analogamente al bitcoin, tutte le monete vengono coniate dai minatori.

“Grin è stato probabilmente il più affollato commercio di capitali di rischio del 2019”, ha affermato Ryan Gentry, capo analista di Multicoin Capital.La potenza hash di Grin e la difficoltà di mining hanno iniziato a crollare nell’agosto 2019.

Dopo nove mesi consecutivi di declino, la tendenza non mostra alcun segno di inversione. Gli aggiornamenti a livello di sistema di Grin potrebbero forse essere responsabili della sua attività di rete in calo.

Ogni sei mesi, la rete esegue questi aggiornamenti che cambiano l’algoritmo di mining di Grin per dissuadere le apparecchiature di mining specializzate e costose dal dominare la sua potenza di hash.

Dopo il primo bivio, l’hashrate e la difficoltà di Grin sono salite, ma il secondo bivio ha coinciso con il più ripido declino dell’hashrate nella breve storia della valuta. Grin si sta preparando per l’ennesimo calo dell’hashrate dopo il terzo fork in programma per luglio.Gli sviluppatori di Grin affermano che la criptovaluta non è progettata per soddisfare gli investitori speculativi a breve termine.

Problemi di privacy

Aggiungendo altri guai al grin, Dragonfly Capital, con sede a San Francisco, ha pubblicato sei mesi fa delle ricerche che descrivono come un “attacco” potrebbe rivelare le identità del 96% degli utenti di grin attivi.

Ad oggi, il team di grin non ha risolto la vulnerabilità. Secondo le persone che lavorano a grin, il rapporto di Bogatyy contiene “molti salti logici” e il grande uso dell’anonimato è un problema noto e “ben documentato”.

Anche i trader hanno perso interesse per il grin

Dallo scorso giugno, il prezzo della valuta – quotato in dollari e bitcoin – è solo calato. Quando è stato lanciato per la prima volta, ad esempio, il fondo di criptovaluta con sede a New York City Iterative Capital ha sostenuto brevemente il grin sul suo banco di trading over-the-counter e ha considerato di partecipare all’estrazione mineraria.

Ma non ci è voluto molto perché l’azienda perdesse interesse. Grin è stato lanciato durante un “mercato degli orsi altcoin”, ha dichiarato David Burkett, sviluppatore di grin. Il fatto che il prezzo “finora si sia solo spostato verso il basso” è un “movimento molto simile a quello di molte monete lanciate contemporaneamente”.

Ogni nuova criptovaluta fatica ad ottenere l’adozione inizialmente. Ma per la criptovaluta che aveva promesso di essere una grande novità, il cambio di guardia tra speculatori e utenti reali sembra essere una battaglia in salita.

Comments (No)

Leave a Reply

DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish