Amazon assume 100.000 lavoratori tra Stati Uniti e Canada per far fronte all’ondata di acquisti bloccati

Amazon assume 100.000 lavoratori tra Stati Uniti e Canada per far fronte all'ondata di acquisti bloccati - Amazon assume 100.000 lavoratori tra Stati Uniti e Canada 1024x614Amazon (NASDAQ: AMZ) ha intensificato la sua corsa alle assunzioni questa settimana, dicendo che avrebbe reclutato 100.000 lavoratori in più per soddisfare la crescente domanda di acquisti online, aumentata durante la pandemia.

Le nuove reclute potrebbero ricevere bonus di accesso fino a 1.000 $

Il più grande rivenditore online del mondo, gestito da Jeff Bezos, ha affermato che le nuove posizioni sono per lavoro a tempo pieno e part-time negli Stati Uniti e in Canada e includono ruoli in 100 centri di smistamento pacchi e altre strutture che apriranno a settembre.

Ai nuovi assunti è offerto uno stipendio iniziale di almeno 15 $ l’ora e bonus di accesso fino a 1.000 $. La notizia segna la quarta ondata di assunzioni di Amazon negli Stati Uniti di quest’anno e anticipa quello che si prevede sarà uno dei periodi di spedizioni più impegnativi di sempre.

United Parcel Service (UPS) ha dichiarato la scorsa settimana che prevede di aggiungere più di 100.000 lavoratori in più per aiutare a gestire l’aumento degli ordini durante i prossimi periodi di festa.

Azioni Amazon in crescita

“Solo questo mese stiamo aprendo 100 edifici in nuovi centri di smistamento e distribuzione, stazioni di consegna e altri siti”, ha affermato Dave Clark, vicepresidente senior delle operazioni mondiali di Amazon.

Le azioni Amazon sono aumentate di quasi il 70% dall’inizio del 2020 fino ad oggi, secondo FactSet, poiché centinaia di milioni di persone sono rimaste bloccate a casa durante la pandemia, e si sono rivolte al gigante delle consegne per necessità come beni di consumo, abbigliamento o intrattenimento.

L’aumento del prezzo delle azioni di Amazon ha fatto sì che Bezos, 56 anni, già l’uomo più ricco del mondo, abbia visto la sua fortuna personale salire sopra la soglia dei 200 miliardi $ il 26 agosto dopo un forte rally delle azioni tecnologiche statunitensi. Secondo il Bloomberg Billionaires Index, Bezos è diventato il primo privato a superare la soglia dei 200 miliardi $.

Uno dei maggiori datori di lavoro al mondo per il settore privato

Dal 2010, Amazon ha creato più di 600.000 posti di lavoro negli Stati Uniti, sia nelle sedi aziendali che nei siti operativi e ha investito più di 350 miliardi di dollari in più di 40 stati, comprese infrastrutture e stipendi.

Ciò rende il gruppo con sede a Seattle uno dei maggiori datori di lavoro al mondo per il settore privato. La scorsa settimana il gigante della tecnologia ha anche affermato che avrebbe aggiunto 7.000 posti di lavoro permanenti alla sua forza lavoro nel Regno Unito entro la fine del 2020, portando la sua forza lavoro britannica totale a oltre 40.000.

Clark ha detto che l’espansione di Amazon arriva con un “impegno incrollabile” per la sicurezza. “Collettivamente, i nostri nuovi membri del team hanno già completato più di 1.200.000 ore di formazione sulla sicurezza, con oltre 500.000 ore in più previste, per garantire che, oltre a consegne rapide ed efficienti per i nostri clienti, stiamo fornendo un ambiente sicuro e moderno per i nostri dipendenti e partner”, ha affermato.

Comments (No)

Leave a Reply

ArabicDutchEnglishFilipinoFrenchGermanItalianPolishPortugueseRussianSpanish