Arthur Hayes dice che gli investitori devono aspettarsi una vendita ancora maggiore di criptovalute

Arthur Hayes dice che gli investitori devono aspettarsi una vendita ancora maggiore di criptovalute - Arthur Hayes Bitmex v3 gID 2.pngSecondo l’ex CEO di BitMex, Arthur Hayes, è probabile che nel prossimo futuro si verifichi una vendita più intensa di criptovalute. Facendo riferimento a una famosa citazione di Warren Buffet, Hayes ha suggerito che il mercato sta cercando di capire chi sta nuotando nudo. La spiegazione di Buffett di questa citazione è che l’uscita di una marea di solito espone i rischi e le debolezze di alcune aziende.

Questa saggezza di Buffett è particolarmente applicabile all’attuale situazione del mercato delle criptovalute. I principali operatori come Celsius e Three Arrows Capital (3AC) stanno mostrando enormi segni di debolezza. Se questa tendenza continua, è probabile che molti altri top player del settore seguiranno i passi di Celsius e 3AC.

L’interessante analisi di Hayes

Hayes ha notato che le partecipazioni totali in BTC dell’ETF Bitcoin canadese sono diminuite di quasi il 50% a partire da venerdì scorso. Il fondo aveva circa 43.701 BTC al 1° giugno 2022. Hayes ha aggiunto che si tratta di un sacco di BTC fisici da vendere in un breve periodo. Durante il fine settimana, il prezzo del Bitcoin è crollato a 17.600 dollari, con un calo del 20% in un paio d’ore.

Il prezzo di 17.600 dollari rappresenta il minimo dal dicembre 2020. Tuttavia, Hayes ha affermato che il calo indica che un venditore forzato ha attivato diversi ordini di stop-loss. Secondo i nostri dati, il principale asset digitale è attualmente scambiato a 20.512 dollari.

Tuttavia, i tori del Bitcoin non dovrebbero aspettarsi che il Bitcoin sia già in ripresa. Hayes ha aggiunto che potrebbero esserci ancora vendite forzate. Secondo lui, alcuni prestatori di criptovalute hanno una cattiva gestione del rischio e termini di prestito troppo lunghi.

Come riportato qui su CNF, l’ex CEO di BitMex aveva previsto che il prezzo di molte altcoin sarebbe sceso di almeno il 50% nelle prossime settimane. Le altcoin più popolari, come Solana e Polkadot, sono a circa il 90% del loro prezzo di picco dopo un doloroso mercato orso.

La correlazione tra le azioni statunitensi e le criptovalute si è spezzata

Il famoso giornalista di criptovalute con sede in Asia, Collins Wu (@wublockchain su Twitter), ha affermato che non c’è più una correlazione tra le azioni statunitensi e le criptovalute. Secondo lui, il Nasdaq 100 è sceso di quasi l’11,4% dall’inizio del mese.

In confronto, Bitcoin ed Ethereum sono scesi rispettivamente del 35,8% e del 44,5% nello stesso periodo. Le azioni statunitensi e le criptovalute hanno avuto un andamento simile fino all’11 giugno. Tuttavia, dopo l’11 giugno il mercato delle criptovalute ha subito un brusco calo.

Wu sostiene che l’intenso selloff da parte degli investitori istituzionali di criptovalute sia responsabile di questo forte calo. Inoltre, l’aumento dei tassi di interesse da parte della Fed statunitense è un altro fattore che spiega questa diversa azione dei prezzi. Con l’aumento dei tassi, l’appetito degli investitori per gli asset più rischiosi come le criptovalute si riduce.

Ciononostante, Hayes ha osservato che alcuni investitori esperti potrebbero sfruttare le attuali condizioni del mercato delle criptovalute per aumentare le loro partecipazioni in BTC. Ogni calo del prezzo del BTC ha visto molti possessori di BTC cercare di ridurre le perdite liquidando il proprio portafoglio di BTC.

Comments (No)

Leave a Reply