Chainlink collabora con OpenEarth e UCBerkeley per combattere il cambiamento climatico globale

Chainlink collabora con OpenEarth e UCBerkeley per combattere il cambiamento climatico globale - Climate change pillarsChainlink, fornitore di servizi oracle basati su blockchain, ha stretto una partnership con la OpenEarth Foundation, un’organizzazione no-profit che si occupa di soluzioni innovative per il clima, e con l’Università della California Berkeley per combattere il cambiamento climatico globale. La partnership vedrà queste organizzazioni distribuire un oracolo sulla blockchain attraverso Chainlink, che aiuterà a misurare con precisione il vero costo delle emissioni di carbonio per le aziende, in modo da abbracciare correttamente i principi della sostenibilità.

Salvare il mondo!

La lotta contro il cambiamento climatico ha preso nuovo slancio nell’ultimo decennio, in quanto i governi e le aziende di tutto il mondo hanno capito la necessità di aderire a rigorose pratiche di sostenibilità. Uno di questi modi consiste nel misurare l’impronta di carbonio delle imprese in relazione ai danni economici e sociali che possono causare. 

Questa stima si concretizza nel vero costo delle emissioni di carbonio e i modelli esistenti offrono soluzioni molto diverse tra loro che potrebbero non aiutare a misurare con precisione l’impatto di queste emissioni di carbonio per ogni azienda. Il servizio oracolo introdotto dal trio cercherà di fornire alle aziende il vero costo delle loro emissioni di carbonio attraverso l’adozione dei più recenti modelli scientifici.

Sono molte le vie attraverso le quali le aziende consumano energia ed emettono carbonio nell’atmosfera, e l’impatto collettivo di queste emissioni ha un effetto sull’agricoltura e persino sulla salute. Con la stima accurata del costo di questi impatti che il servizio Chainlink oracle fornirà, sarà facile per le aziende investire in iniziative energetiche sostenibili. Charlie Moore, responsabile delle soluzioni per il carbonio e la sostenibilità di Chainlink Labs;

Siamo entusiasti di vedere OpenEarth sfruttare la rete Chainlink per contribuire a fornire una maggiore trasparenza nella determinazione del prezzo del carbonio nelle attività di pianificazione e finanziamento delle transizioni. Utilizzando questo Carbon Pricing Oracle, alimentato da Chainlink, le organizzazioni sono maggiormente in grado di tenere conto di tutti gli aspetti sociali, dei progetti energetici e di altri fattori che incidono sul costo sociale del carbonio.

Chainlink e il cambiamento climatico: sfruttare i vantaggi della blockchain

La tecnologia blockchain sta crescendo a un ritmo molto veloce e i suoi casi d’uso sono in aumento in tutti i settori. La collaborazione tra Chainlink e OpenEarth e l’Università della California Berkeley dimostra perché le caratteristiche fondamentali di queste tecnologie sono ancora importanti.

Con Chainlink in partnership attiva anche con la rete SWIFT, l’influenza della blockchain si sta rapidamente diffondendo oltre i confini della finanza e, con i casi d’uso delineati dalla partnership del trio, sarà molto utile nella lotta al cambiamento climatico. Secondo l’annuncio della partnership, le aziende potranno utilizzare l’oracolo dei prezzi del carbonio di Chainlink in modo flessibile e dinamico per un lungo periodo di tempo.

Piuttosto che come uno degli stimatori del prezzo, le aziende saranno facilmente in grado di adattare il loro prezzo del carbonio in base a nuove normative, modelli scientifici o altri fattori o condizioni in costante cambiamento.

Al di là dell’obiettivo primario di questo servizio di oracolo, anche gli sviluppatori dell’ecosistema Web3.0 troveranno il nuovo servizio Chainlink utile per creare contratti intelligenti innovativi che possano aiutare le organizzazioni a combattere il cambiamento climatico in tutto il mondo.

Comments (No)

Leave a Reply