CZ di Binance: una “CeDeFi” per ampliare lo spazio cripto ed affiancare la DeFi

CZ di Binance: una "CeDeFi" per ampliare lo spazio cripto ed affiancare la DeFi - Changpeng Zhao 1L’ultimo esperimento dell’exchange cripto di Binance per integrare la DeFi con la sua piattaforma centralizzata, Binance Smart Chain, non è una sfida competitiva con la DeFi, ha detto il CEO dell’azienda, Changpeng “CZ” Zhao. Al contrario, mira ad accelerare l’adozione di massa di criptovalute e DeFi.

È troppo presto per una competizione “significativa”

Binance ha annunciato il lancio di Binance Smart Chain, la sua versione di una blockchain pubblica decentralizzata, all’inizio di settembre. Alcuni hanno sostenuto che questa mossa così aggressiva dell’exchange centralizzato nello spazio DeFi fosse il suo tentativo di soppiantare Ethereum – che è possibile negoziare anche su Bitcoin System.

Zhao ha difeso la sua azienda, affermando che l’adozione delle criptovalute è nelle sue fasi iniziali e quindi qualsiasi concorrenza all’interno dello spazio è priva di significato. “Competere entro lo 0,1% non è così significativo”, ha detto Zhao.

“Quindi, da una prospettiva di alto livello, non vediamo gli altri progetti come una concorrenza.” La maggior parte dei cosiddetti progetti DeFi – applicazioni decentralizzate di trading e prestito basate su blockchain che teoricamente potrebbero un giorno prendere il sopravvento sul mercato finanziario tradizionale – sono stati costruiti sulla blockchain di Ethereum, la seconda più grande blockchain per capitalizzazione di mercato.

Con l’ascesa del settore DeFi, molti altri stanno cercando di costruire alternative a Ethereum nel tentativo di prendere almeno una parte di quella quota di mercato. Zhao afferma che Binance Smart Chain, sebbene molto meno decentralizzato di Ethereum a causa del suo algoritmo di consenso Proof-Of-Staked-Authority (PoSA), riduce il problema della scalabilità di Ethereum, che ha rallentato in modo significativo la crescita del settore DeFi. Zhao ha detto che lui e la sua azienda sono “molto fiduciosi” su Ethereum 2.0, ma ha aggiunto che la risposta di Ethereum 2.0 al problema della scalabilità sarà “prolissa”.

“Molti gradi di decentralizzazione”

Zhao ha elogiato l’innovazione dei progetti DeFi ma ha affermato che si rivolgono solo a determinati utenti, rendendola ancora “un oggetto di nicchia”, mentre gli exchange centralizzati come Binance si rivolgono agli utenti alle prime armi che non sono a proprio agio con le proprie chiavi cripto.

“Se guardiamo al numero di utenti, il progetto DeFi più popolare, Uniswap, conta circa 10.000-30.000 utenti al massimo”, ha detto Zhao, “mentre la maggior parte degli altri contano 1.000 o duecento utenti al giorno”.

Zhao ha detto che spera che Binance Smart Chain possa attrarre più persone nello spazio crittografico sfruttando le funzionalità che gli exchange centralizzati e decentralizzati possono offrire. In precedenza, egli aveva definito l’idea con l’acronimo “CeDeFi”, una combinazione di finanza centralizzata e decentralizzata.

Nello sviluppo di Binance Smart Chain, Binance ha dovuto sacrificare alcuni elementi di decentralizzazione, che è una delle principali critiche mosse alla blockchain pubblica, tuttavia Zhao ha sostenuto che il decentramento non è sempre “bianco e nero”.

Binance Smart Chain è controllata da 21 operatori di nodi, che sono eletti dai possessori di Binance Coin (BNB). E la società è uno dei maggiori detentori dei token BNB, il che significa che ha ancora un controllo significativo sulla blockchain. “Ritengo che ci siano molti gradi di decentralizzazione”, ha aggiunto.

Comments (No)

Leave a Reply

ArabicDutchEnglishFilipinoFrenchGermanItalianPolishPortugueseRussianSpanish