È solo una questione di tempo prima che Bitcoin lo faccia

È solo una questione di tempo prima che Bitcoin lo faccia - bull 56a6fef75f9b58b7d0e5e60d 1024x683Ci sono un paio di cose che sono state evidenti per il mercato di Bitcoin la scorsa settimana. I volumi si sono significativamente ridotti nel mercato e la volatilità è stata schiacciata nel mercato. Anche le metriche on-chain hanno facilitato una curva piatta, quindi al momento della stampa è stato difficile valutare un cambiamento reazionario per Bitcoin a breve termine.

Tuttavia, alcuni indicatori sembravano suggerire un cambiamento in arrivo, indipendentemente dal silenzio del momento della stampa sui grafici dei prezzi.

Aumento del rapporto di approvvigionamento di liquidi e vivacità delle monete

L’accumulo di Bitcoin è stato spiegato attraverso varie metriche negli ultimi mesi, ma un modo qualitativo di comprendere l’offerta è il flusso del Liquid Supply Ratio. Durante il monitoraggio del cambio di offerta illiquido, è stato osservato che al momento della stampa, lo stesso è in aumento dalla fine di giugno, un’osservazione che significava che uno shock dell’offerta era ancora un’opzione.

Ora, un altro indicatore chiave che può essere utilizzato per analizzare la tendenza più ampia è Coin Liveliness. Coin Liveliness è fondamentalmente il rapporto tra i giorni moneta distrutti e i giorni moneta creati.

Ora, secondo il grafico di Coin Liveliness, la tendenza al ribasso sembrava puntare verso una fase di accumulo per i Bitcoin e storicamente questo ha portato a una serie di rally. Tuttavia, è importante notare che un accumulo può durare per un periodo più lungo di tempo, durante il quale il prezzo può subire un calo massiccio.

Eppure, di fatto, la distribuzione UTXO di Bitcoin tra 31k e 35k dollari, è un segnale importante. Secondo i dati, il 9,94% dell’offerta di moneta di BTC si è spostato all’interno dell’intervallo di cui sopra, con lo stesso miglioramento al 17,55% per l’intervallo di 31k e 40k dollari.

Movimenti di entità così elevati all’interno di una fascia di prezzo così rigida consentono all’asset di consolidarsi tra quei particolari punti di prezzo, quindi apre all’idea che il fondo di BTC potrebbe essere dentro. Il fatto che BTC fosse sceso al di sotto della quotazione di 30k dollari al momento della stampa non lo sconta necessariamente neanche l’osservazione.

Allerta bandiera rossa per il Bitcoin?

Ora, analizzando il mercato su scala settimanale, i grafici non sembravano molto ottimisti. Bitcoin ha chiuso la sua candela più bassa da dicembre 2020. Ergo, BTC si sta intromettendo con il suo supporto settimanale chiave. Sotto 31500 – 30.000 dollari, l’asset non ha alcun supporto di prezzo rigido e, in teoria, potrebbe crollare fino a 24.000 dollari.

Eppure, ci si può aspettare che il rimbalzo sarà dominante poiché la maggior parte delle metriche on-chain non può essere collettivamente falsa su una ripresa rialzista. È solo una questione di come e quando entrerà in gioco.

Comments (No)

Leave a Reply