Jim Cramer prevede che il Bitcoin sarà scambiato a $12K mentre l’asset digitale scivola sotto i $20K

Jim Cramer prevede che il Bitcoin sarà scambiato a $12K mentre l'asset digitale scivola sotto i $20K - JimCramer minSquawk Box della CNBC ha ospitato di recente l’ex gestore di hedge fund e conduttore di Mad Money, Jim Cramer. Durante l’intervista, Cramer ha messo in guardia gli investitori sui loro investimenti in criptovalute. Ha anche previsto che il prezzo del Bitcoin avrebbe comunque raggiunto i 12.000 dollari.

Gli investitori in Bitcoin devono intervenire subito 

I tori del Bitcoin devono prendere le misure necessarie per garantire che il suo prezzo non capitoli. Secondo Cramer, il settore si trova già in una situazione precaria. Un nuovo minimo del prezzo del Bitcoin metterebbe il mercato in maggiore pericolo. Ha aggiunto che se i Bitcoiners non prendono le misure necessarie, il Bitcoin potrebbe presto essere scambiato a 12.000 dollari.

Cramer potrebbe fare bene a seguire il suo consiglio. La scorsa settimana, l’ex gestore di fondi hedge ha dichiarato di credere fortemente nel BTC e nell’ETH. Secondo lui, i due principali asset digitali sono le uniche criptovalute “autentiche”. Cramer ha inoltre dichiarato di avere partecipazioni in criptovalute. Pertanto, non può consigliare a nessuno di non investire nelle criptovalute.

I ricavi dei minatori di Bitcoin scendono a un nuovo minimo di 12 mesi

Un dato di blockchain.com ha mostrato che le entrate dei minatori di Bitcoin sono ai minimi da 12 mesi. Questo spiega il forte calo dei prezzi delle azioni dei minatori quotati al Nasdaq. Le azioni di Hut 8 mining e Marathon Digital sono scese di oltre il 40% negli ultimi 30 giorni. All’inizio della settimana, il tasso di hash del Bitcoin ha raggiunto nuovi livelli massimi.

Inoltre, diversi dati indicano che il mining di Bitcoin è ora estremamente competitivo e i costi sono aumentati in modo significativo. Di conseguenza, l’estrazione di Bitcoin è diventata più difficile. L’analista di crittografia della Bitbank, Yuya Hasegawa, ha avvertito che “la ripresa del prezzo del Bitcoin potrebbe essere lenta se la situazione attuale permane”. Secondo lui, i minatori inizieranno a vendere i loro Bitcoin una volta che ci sarà una ripresa del prezzo.

Il prezzo del Bitcoin scende sotto i 20.000 dollari

L’azione del prezzo del BTC ha rotto il supporto di 20.000 dollari il 18 giugno. Ciò indica che il Bitcoin (quotazione BTC) è precipitato in un mercato orso.

I dati mostrano che il BTC è sceso sotto i 20.000 dollari per la prima volta in quasi due anni. Attualmente è scambiato a 19.091 dollari. Il mercato delle criptovalute è stato oggetto di un intenso sell-off in seguito all’aumento dei tassi di interesse, superiore alle aspettative, da parte della Federal Reserve statunitense.

Il sell-off è iniziato la scorsa settimana dopo la pubblicazione dei dati sull’indice dei prezzi al consumo (CPI), che sono risultati superiori alle previsioni. Oltre a rompere il supporto, il Bitcoin ha registrato un’altra novità. È la prima volta nella sua storia che scende al di sotto del suo precedente picco di metà ciclo.

Gli analisti del settore hanno citato tre ragioni per questa nuova debolezza del Bitcoin. Secondo loro, il contesto macro generale, i problemi di Celsius e i problemi di liquidità di 3AC sono i motivi per cui il Bitcoin ha rotto il livello di supporto di 20.000 dollari.

Il mese peggiore

Sulla base di questo sviluppo, è la prima volta che nelle prime due settimane di un mese BTC/USD registra una perdita del 37%. Secondo la piattaforma di analisi on-chain Coinglass, il giugno 2022 è il peggior giugno della storia del BTC.

I dati storici dei mercati orso indicano che l’80-84,5% è il classico obiettivo di drawdown. Pertanto, il minimo che BTC/USD può raggiungere durante questo mercato orso sarebbe tra gli 11.000 e i 14.000 dollari.

Comments (No)

Leave a Reply