Kadena lancia il primo exchange decentralizzato senza gas

Kadena lancia il primo exchange decentralizzato senza gas - kadena kda crypto coinKadena, la blockchain ibrida proof-of-work (PoW) che combina un protocollo di catena pubblica di livello 1 con una rete di livello 2, ha annunciato il lancio di uno scambio decentralizzato (DEX) privo di gas, noto come Kaddex.

Il progetto fa sapere che il suo team ha intrapreso una “rigorosa revisione in più fasi” del codice, ha lanciato una build pubblica di Devnet e ha aperto un programma di bug bounty in collaborazione con Immunefi per incentivare i miglioramenti generali di Kaddex.

Kaddex v1

Attraverso la struttura a catena intrecciata di Kadena (KDA), Kaddex offre un sistema di staking e di pooling di liquidità senza gas che “rimarrà sempre gratuito”. Il progetto sostiene che, insieme alle transazioni senza gas, la blockchain scalabile di Kadena garantirà regolamenti rapidi e sicuri.

Poiché tutto, dalla liquidità alla fornitura, dalla determinazione dei prezzi allo swapping, viene fatto interamente sulla catena, non è necessario l’intervento di oracoli esterni alla catena. Inoltre, Kaddex rappresenta l’unico DEX multiprotocollo con ponti decentralizzati nativi, il che significa che gli utenti possono accedere al valore attraverso un’unica piattaforma.

Gli staker KDX guadagneranno lo 0,05% su tutti gli swap che avvengono su Kaddex, consentendo ai titolari di ottenere un reddito passivo pur partecipando alla governance.

Infatti, l’organizzazione autonoma decentralizzata (DAO) di Kaddex, che si concentra sullo sviluppo dell’ecosistema, svolge un ruolo fondamentale nel controllo dei parametri dei singoli pool. Il suo scopo è quello di stabilire la proprietà comunitaria dell’ecosistema, consentendo ai membri di guidare lo sviluppo della piattaforma.

Programma di estrazione della liquidità

Una caratteristica distintiva del DEX appena lanciato è l’implementazione di una versione più moderna del market maker automatico (AMM) Uniswap v2, utilizzando il linguaggio di programmazione Pact.

Al codice è stata aggiunta una funzione di estrazione della liquidità per incentivare gli utenti ad agire come fornitori di liquidità (LP). In particolare, gli LP avranno due opzioni: richiedere lo 0,25% delle commissioni di swapping o ricompense in token KDX con un booster programmatico.

In questo modo, il programma di estrazione della liquidità di Kaddex è progettato per attirare la liquidità attraverso la distribuzione di gettoni KDX nativi, che secondo il progetto “genereranno booster lucrativi per i primi LP che diminuiranno in modo non lineare” con il tempo.

Le ricompense della rete rappresentano il 40% dell’offerta totale di KDX, il che potrebbe incrementare l’attività del DEX a lungo termine, garantendo una distribuzione equa e decentralizzata a vantaggio dei partecipanti. Da un tetto massimo di 1 miliardo di KDX, Kaddex distribuirà 400 milioni di token (40%) ai fornitori di liquidità. Tuttavia, Kadena non conierà gettoni extra per garantire che le ricompense aumentate “non vadano a scapito dei titolari di KDX” quando si tiene conto dell’inflazione.

Ciò significa che quando gli utenti ritirano la liquidità e optano per le ricompense KDX potenziate, gli smart contract Kaddex utilizzano le ricompense accumulate dai partecipanti (finanziate dalle commissioni di negoziazione dello 0,25%) per acquistare il valore equivalente di KDX sul mercato, e il delta tra le ricompense standard e il moltiplicatore viene coniato dalle ricompense della rete.

Altri sviluppi degni di nota previsti nella roadmap di Kadena includono una spinta verso ulteriori quotazioni in borsa negli Stati Uniti e nel mondo, nonché lo sviluppo di un’infrastruttura per la piattaforma di prestito.

Comments (No)

Leave a Reply