La struttura della verità sui social media: dove Srinivasan e Benet divergono

La struttura della verità sui social media: dove Srinivasan e Benet divergono - balaji and juan scaled 1 1024x683Recentemente, il fondatore di Filecoin Benet ha condiviso il palco di Zoom con il creatore di Ethereum – qui la quotazione in tempo reale – Vitalik Buterin e l’ex dirigente di Coinbase Balaji Srinivasan, entrambi forti futuristi. La conversazione, sponsorizzata da HackFS, ETHGlobal e Protocol Labs, è stata definita un “dibattito”, ma su cosa questi concordi sostenitori della blockchain non sarebbero effettivamente d’accordo?

Informazioni e verità

Srinivasan sostiene con forza che i superutenti dei social media stiano abbandonando gradualmente reti come Twitter per tornare sui loro blog. Srinivasan ha immediatamente collegato i problemi dei social media con i problemi dei media legacy.

“I media decentralizzati significano anche che se dai agli individui la possibilità di monetizzare da soli, potenzialmente in modo pseudonimo, c’è meno pressione affinché facciano parte di un’ortodossia intellettuale che li aiuti a proteggere il loro lavoro in un ambiente incerto”, ha sostenuto.

Ma Benet non è dello stesso avviso. Egli ha affermato che “L’intera storia del giornalismo è piena di incredibili, importanti progressi e miglioramenti che sono avvenuti semplicemente grazie ad una serie di articoli che hanno causato un cambiamento importante.

[…] anche se in questo momento l’intera struttura di incentivazione dei media è problematica, sia nei media tradizionali che nei social media, è necessario costruire un sistema che la supporti”. Benet afferma che la distribuzione delle informazioni è anni luce avanti rispetto a quella degli anni ’80, ma il problema sono le campagne di disinformazione che inducono le persone a credere a cose che non sono vere, in modo tale che le falsità persistano anche quando vengono ripetutamente sfatate.

Benet è scettico sui futuri esperimenti sui social media se non si verificano accanto a esperimenti ancora più aggressivi sulla verificabilità di dati e informazioni.

Una rete migliore

Benet si è concentrato principalmente sullo stack tecnico su cui il web è costruito piuttosto che su aziende o modelli di business. Finora, quasi tutto sul web è stato costruito su Linux, Apache, MySQL e Python o versioni successive.

Benet pensa che potrebbe esserci un futuro in cui un archivio dati universale di qualche tipo fa parte di quello stack, da cui molti siti web possano attingere. Srinivasan si è dimostrato d’accordo su questo punto.

È una versione rozza di quest’idea, ma a un certo livello Bitcoin è già quello che Benet sta descrivendo. È un database condiviso sulla verità, ma nel caso di Bitcoin la verità non si estende oltre la stessa comunità di Bitcoin.

È un inizio, però, e Srinivasan ha notato che il mondo in generale non lo apprezza davvero. Egli ha detto: “Penso che sia ancora ampiamente sottovalutata dalle persone al di fuori del nostro spazio la misura in cui qualcosa del genere esiste già, nel senso che Coinbase, Binance e Blockchain.info… sono tutti strati diversi rispetto alle blockchain di Bitcoin ed Ethereum.”

Comments (No)

Leave a Reply

ArabicDutchEnglishFilipinoFrenchGermanItalianPolishPortugueseRussianSpanish