Le intriganti storie dietro i nomi di Bitcoin, Ethereum e Cardano

Le intriganti storie dietro i nomi di Bitcoin, Ethereum e Cardano - singapore1Come nasce il nome di una criptovaluta? Scopriamo come sono nati i nomi delle 3 criptovalute al mondo per capitalizzazione di mercato.

Bitcoin – Moneta Elettronica

Bitcoin, la prima criptovaluta al mondo per capitalizzazione di mercato, ha cambiato quasi da solo il volto del moderno sistema finanziario. Con una capitalizzazione di mercato di oltre 800 miliardi di dollari, il Bitcoin si trova in cima alla classifica e ha una quota di mercato del 41,36%. Comprare Bitcoin, inoltre, oggi è davvero molto semplice.

Il primo uso della parola bitcoin risale al 2008, mesi prima che la rete diventasse operativa il 3 gennaio 2009. Ad agosto, bitcoin.org è stato registrato come nome di dominio segnalando il primo utilizzo del termine e il 31 ottobre il whitepaper di Bitcoin è stato rilasciato a una mailing list di crittografia.

A prima vista, bitcoin è un composto della parola bit e moneta. Bit in termini informatici si riferisce alla più piccola unità di dati e a Satoshi, sembrava essere l’appellativo perfetto per la creazione della sua moneta digitale. L’aggiunta della parola “moneta” ha reso il bitcoin tradotto vagamente come moneta elettronica.

D’altra parte, Bitcoin potrebbe essere stato battezzato in riferimento a bitgold, una valuta digitale decentralizzata progettata da Nick Szabo nel 1996. Sebbene bitgold non si sia mai materializzato, è stato spesso definito il “precursore diretto dell’architettura Bitcoin”.

Ethereum – L’Elemento

Ethereum è entrato in scena con il botto e ha scalato rapidamente la classifica occupando il secondo posto. Attualmente viene scambiato a 3.446$ e ha una capitalizzazione di mercato di 405 miliardi di dollari. Ethereum è stato chiamato così dal suo fondatore, Vitalik Buterin, dopo “elementi di fantascienza” che ha scoperto da Wikipedia.

Vitalik Buterin ha optato per Ethereum dopo aver setacciato l’elenco di tutti gli elementi. Il programmatore russo-canadese ha scelto Ethereum perché conteneva la parola “etere” e anche perché “suonava bene”. 

Ether era il termine per l’ipotetico mezzo che permetteva alle onde luminose di muoversi nello spazio e la grande idea di Buterin era che Ethereum fosse il mezzo su cui costruire ed eseguire le applicazioni. Il nome si adattava alla sua idea come un piolo rotondo in un buco rotondo.

Cardano – The Polymath

Cardano ha recentemente stabilito un nuovo massimo storico di 3,10$ che ha consolidato il suo posto come la terza criptovaluta più grande nei mercati. Fondato da Charles Hoskinson, il progetto prende il nome da un erudito italiano chiamato Gerolamo Cardano vissuto tra il 1501-1576.

Gerolamo Cardano aveva una vasta gamma di interessi tra cui chimica, fisica, matematica e medicina. È accreditato per l’uso sistematico dei numeri negativi e per l’invenzione della serratura a combinazione.

Inoltre, il token nativo ADA prende il nome da Ada Lovelace, una matematica inglese famosa per il suo lavoro sul motore analitico di Charles Babbage. La rete Cardano continua a nominare le fasi del suo sviluppo secondo personaggi famosi come Byron, Shelley, Basho, Voltaire e Goguen.

Comments (No)

Leave a Reply