Listia ha raccolto 15 mil. di dollari con il suo ICO XNK. Ora sta abbandonando il Token per Propos

Listia ha raccolto 15 mil. di dollari con il suo ICO XNK. Ora sta abbandonando il Token per Propos - listia raised 15m with its xnk ico now its ditching the token for props@2xListia sta interrompendo il lavoro sul protocollo Ink, una criptovaluta creata per i mercati.

Il progetto è stato finanziato con una vendita di token XNK ERC-20 da 15 milioni di dollari. Listia, un mercato di beni usati, si sta ora spostando completamente sulla rete dei Props, creata dalla startup Union Square Ventures sostenuta da YouNow.

“Non stiamo chiudendo nessuna delle nuove tecnologie che abbiamo costruito, ma sì, abbiamo deciso di spostare le nostre app e la tecnologia in direzione di Props”, ha detto Gee Chuang, CEO di Listia a CoinDesk. Il design di XNK “non è stato ancora in grado di soddisfare tutti gli obiettivi che ci siamo prefissati”, ha scritto Chuang. Dopo aver lavorato a lungo sulla tecnologia, la società ha iniziato a discutere con Props PBC.

Potenziare gli utenti

Chuang afferma che Listia abbia visto un vantaggio nella più ampia comunità di Props e nelle funzionalità più avanzate. Inoltre, tutto ciò che è stato creato per XNK funzionerà anche con Props.

“Riteniamo che un token di staking come Props potrebbe essere più efficace nel potenziare i nostri utenti rispetto ad un token come XNK e che la configurazione e la scala dei Props potrebbero essere utili”, ha aggiunto Chuang.

La vendita di token XNK è stata supportata da ConsenSys Ventures e Tetras Capital, tra gli altri. Chuang afferma che Listia è una società sostenuta da investitori tra cui SV Angel, Founders Collective, General Catalyst e Andreessen Horowitz Seed Fund. XNK è stato inserito su Coinbase Wallet nell’agosto 2018.

Una conversione semplificata

Questo pone XNK all’inizio di quella che potrebbe essere una tendenza emergente della chiusura dei progetti ICO. Digix DAO, un progetto di metalli preziosi tokenizzato, ha votato per liquidare il suo tesoro da 64 milioni di dollari all’inizio di questo mese.

“Tutti gli utenti di XNK saranno in grado di convertire i loro XNK in Props all’interno dell’app per facilitare l’integrazione”, ha detto Chuang, aggiungendo che “dovrebbe essere abbastanza semplice per gli utenti”.

Il tasso di conversione sarà di 114 XNK per un Props. Stando ai prezzi correnti per XNK, questo valore corrisponde a circa 0,068 $ per token. Listia cambierà anche l’XNK custodito nella sua riserva allo stesso tasso di conversione, utilizzando il pool di Props che ha ricevuto da YouNow.

Secondo il white paper Ink, Listia ha trattenuto il 66% dei token generati inizialmente, per finanziare la crescita della rete. XNK è usato più attivamente sull’exchange di criptovalute Bibox, secondo CoinMarketCap, così come su Upbit, IDEX e tramite il protocollo Bancor. I Props non sono ancora tracciati da Messari o CoinMarketCap perché non sono stati ancora inseriti negli exchange.

“Utilizzando Props, penso che possiamo realizzare l’obiettivo di diffondere la nostra tecnologia verso partner ed app esterni molto più rapidamente di quanto siamo stati in grado di fare finora”, ha scritto Chuang.

DutchEnglishFilipinoFrenchGermanItalianPolishPortugueseRussianSpanish