Si vocifera che Coinbase stia lavorando in backend per rimettere in vendita XRP

Si vocifera che Coinbase stia lavorando in backend per rimettere in vendita XRP - Coinbase XRPSi vocifera che l’exchange di criptovalute Coinbase con sede a San Francisco voglia introdurre nuovamente il trading XRP sulla sua piattaforma. Tuttavia, dal momento che un membro della community ha pubblicato un tweet il 2 aprile sul principale exchange degli Stati Uniti per rimettere in vendita XRP, non ci sono state conferme positive in merito – almeno non ancora ancora.

Si dice che Coinbase abbia avviato il lavoro di backend per rimettere in vendita XRP

Nel dicembre del 2020, la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti ha incaricato Ripple e i suoi massimi dirigenti Brad Garlinghouse e Chris Larsen di condurre un’offerta di titoli non registrati – XRP è il titolo non registrato in questo caso. 

In risposta alla causa da 1,3 miliardi di dollari, molti exchange e piattaforme di trading, tra cui Coinbase, hanno interrotto il trading di XRP mentre altri hanno rimosso la criptovaluta in massa.

Le voci hanno iniziato a girare quando un utente di Twitter che si chiama Krish xrp ha accennato che Coinbase potrebbe essere pronto a rimettere in vendita l’asset digitale di Ripple. Inoltre, allega delle prove fotografiche. Krish xrp ha fatto notare che il lavoro di backend è già in corso.

Com’era prevedibile, questo post ha attirato l’attenzione dell’XRP Army, che è entusiasto di una possibile rimessa in vendita da parte di Coinbase. Nel complesso, sta dando speranza agli investitori di XRP che i più importanti exchange di criptovalute possano seguire l’esempio e riprendere il trading di XRP.

Gli exchange che rilistano XRP non contravverrebbero ad alcuna legge formalmente

Il mese scorso, c’è stato uno sviluppo positivo nel caso di SEC vs Ripple. Durante un’audizione virtuale sulla richiesta della SEC di acquisire i registri finanziari personali del CEO di Ripple Brad Garlinghouse e del presidente Chris Larsen, l’avvocato Jeremy Hogan ha sottolineato che sono stati fatti alcuni commenti sorprendenti.

La Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti ha inavvertitamente indicato che gli exchange di criptovaluta che ricominciano a fare trading di XRP non violerebbero alcuna legge. 

#RelistXRP diventa virale su Twitter

In particolare, l’agenzia ha fanno notare che ai sensi della Sezione 4 del Securities Act, solo Ripple e le sue affiliate sono responsabili per le vendite illegali di XRP.

Poco dopo, #RelistXRP è diventato di tendenza su Twitter in paesi come Stati Uniti, Australia e Regno Unito. La campagna online ha lo scopo di persuadere gli exchange di criptovaluta di tutto il mondo che avevano rimosso XRP a rimettere in vendita il token.

E voi avete mai fatto trading di XRP? Avreste voglia di farlo ma non sapete dove iniziare? Allora, potreste dare un’occhiata a piattaforme di trading come Bitcoin Pro, che permettono anche ai meno esperti di iniziare a fare trading di criptovalute in modo semplice. Ovviamente, bisogna sempre fare attenzione ai propri investimenti, poiché l’elevata volatilità delle cryptos, mette sempre in forte rischio qualsiasi capitale.

Comments (No)

Leave a Reply