Home / Wallet per criptovaluta : quale scegliere / Come scegliere il proprio primo wallet di criptovalute

Come scegliere il proprio primo wallet di criptovalute

Come scegliere il proprio primo wallet di criptovalute. Una breve guida da tenere a portata di mano.

Come scegliere il proprio primo wallet di criptovalute - wallet hardware 1024x681 1024x681

Se siete sbarcati da poco nel mondo delle criptovalute, è possibile che una delle domande più ricorrenti sia… dove posso memorizzare Bitcoin & co in modo sicuro?

In realtà, almeno sotto il profilo tecnico, non si memorizza la propria criptovaluta, ma piuttosto la chiave privata che vi permetterà di accedere, inviare e spendere la vostra criptovaluta. Senza tale chiave privata, non potete accedere alle vostre monete.

Ora, ci sono tre modi principali per conservare la vostra criptovaluta / chiave privata: nei wallet di custodia, nei wallet software e nei wallet hardware. A sua volta, la conservazione della valuta può essere a “caldo” o a “freddo”. La conservazione a caldo avviene quando le monete sono conservate online, e – di contro – la conservazione a freddo avviene quando le monete sono tenute offline.

Wallet di custodia Coinbase

Questo wallet potrebbe apparentemente sembrare il più complicato, ma è probabilmente uno dei primi wallet di criptovaluta che la maggior parte delle persone utilizza. Se comprate la vostra criptovaluta mediante exchange come Coinbase, la valuta sarà memorizzata proprio sul proprio conto Coinbase, che offre – appunto – wallet custoditi. In termini più pratici, le vostre chiavi private saranno conservate e custodite per voi da un custode terzo, come l’Exchange, in portafogli tendenzialmente caldi.

Ebbene, in alcuni casi quanto sopra non è un aspetto negativo: tutto ciò che dovete ricordare è i vostri dati di accesso alla piattaforma, e il resto spetterà al “custode”, che con diligenza dovrebbe prendersi cura della sicurezza dei vostri soldi. Tuttavia… se un custode controlla un gran numero di portafogli per conto dei suoi clienti, può anche diventare (come purtroppo è accaduto) un grande bersaglio per gli hacker.

Insomma, il wallet di custodia potrebbe essere un modo semplice e veloce per conservare le criptovalute, ma potrebbe non essere il più sicuro.

Wallet software (classici i più usati)

I wallet software sono una delle forme più accessibili di portafoglio per criptovalute. Come suggerisce il nome, è semplicemente un software che gira su un hardware già in vostro possesso, come il vostro computer portatile o smartphone, e che proteggerà le vostre chiavi private. Come i wallet di cui sopra, anche i portafogli software sono di solito caldi.

I wallet software hanno poche barriere all’ingresso in quanto non costano nulla, e tutto quello che dovete fare è configurarli, generare un indirizzo e iniziare a inviare o ricevere valuta criptata in essi.

Tuttavia, i wallet software, e in particolare quelli degli smartphone, non sono sempre sicuri. Il livello di sicurezza di un portafoglio software basato su smartphone varia a seconda di come l’app utilizza l’hardware del telefono per proteggere le monete.

Inoltre, poiché gli smartphone sono di solito sempre online, sono vulnerabili a molti più vettori di attacco, come il phishing, rispetto all’archiviazione offline basata su hardware.

Wallet hardware Ledger

I wallet hardware  portatili sono sicuramente uno dei modi più sicuri per memorizzare la vostra criptovaluta in questo momento, in quanto memorizzano la vostra valuta criptata offline. Un portafoglio hardware è un vero e proprio dispositivo fisico responsabile della protezione della valuta criptata e della chiave privata: la maggior parte di essi hanno l’aspetto di una chiavetta USB, di solito con un piccolo schermo, e alcuni pulsanti.

Tutto ciò che dovrete fare è semplicemente collegare un wallet hardware a Internet quando avete bisogno di effettuare una transazione. Una bella sicurezza che, tuttavia, è controbilanciata dal fatto che tenerli offline li rende un po’ più scomodi di quelli online.

Inoltre, sebbene i wallet hardware siano “freddi”, e siano al sicuro dagli hacker, in realtà non sono immuni al 100%, poiché possono essere infettati da malware & co.

Come scegliere il proprio primo wallet di criptovalute - ledger nano s 3 0 0x2 5 0

Come scegliere il proprio primo wallet di criptovalute
5 (100%) 1 vote
Compra bitcoin con mastercard

About Roberto Rais

Guarda anche

I nuovi smartphone Samsung sono blockchain-oriented - galaxy 10 blockchain 310x165

I nuovi smartphone Samsung sono blockchain-oriented

I nuovi smartphone Samsung sono blockchain-oriented. Sbarcano i primi wallet sui device sudcoreani. Tra poche …

Newsletter : tieniti aggiornato!

Ricevi in anteprima gli ultimi aggiornamenti

Noi rispettiamo la tua privacy
RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook