Home / News Bitcoin : quotazione bitcoin / Criptovalute, l’influenza di Bitcoin è destinata a calare

Criptovalute, l’influenza di Bitcoin è destinata a calare

Criptovalute, l’influenza di Bitcoin è destinata a calare. Secondo il CEO di Ripple le criptovalute diverranno sempre più indipendenti.

Criptovalute, l’influenza di Bitcoin è destinata a calare - criptovalute00

I prezzi del mercato delle criptovalute sono stati per lungo tempo altamente correlati con quelli di Bitcoin, il primo e più famoso token esistente sul comparto. Tuttavia, questa situazione potrebbe finire presto, o per lo meno quando i mercati inizieranno a riconoscere le differenze tra queste risorse, afferma il CEO di Ripple, Brad Garlinghouse.

“Esiste una correlazione molto alta tra il prezzo di XRP e il prezzo del Bitcoin, ma alla fine si tratta di tecnologie indipendenti open source”, ha detto Garlinghouse. “È presto, ma nel tempo vedrete un mercato più razionale e comportamenti che rifletteranno tale scenario”.

Ripple è il nome della società con sede a San Francisco, che ha sviluppato e sta conducendo in sviluppo un network per pagamenti finanziari globali più rapidi. XRP è invece il nome del token digitale che le istituzioni finanziarie della rete possono utilizzare per effettuare transazioni rapidamente. Un po’ – insomma – come accade con Ethereum e Ether: Ethereum è il progetto e la rete, Ether è il token.

La società Ripple ha avuto un primo trimestre da record, siglando 20 contratti di produzione e di collaborazione con imprese di varie dimensioni e settori. In particolare, Garlinghouse si è soffermato nell’annunciare un accordo con la più grande banca del Kuwait mercoledì scorso, con l’istituto di credito che va dunque ad aggiungersi a società come MoneyGram nella lunga serie di test di XRP per i propri pagamenti transfrontalieri.

Eppure, nello stesso periodo, XRP ha perso il 70 percento del suo valore ed è stato “il peggiore tra le migliori valute digitali”. L’intero settore ha subito un duro colpo nel primo trimestre e la capitalizzazione di mercato per le criptovalute è diminuita di oltre il 50 percento, secondo i dati di CoinMarketCap. Bitcoin ha perso circa il 50 percento in quei tre mesi.

“È ancora un’industria nascente, la speculazione nel mercato domina l’attività commerciale”, ha precisato Garlinghouse. “Penso che sia una questione di tempo prima che le persone comprendano meglio i diversi casi d’uso delle criptovalute”.

Al mondo, sempre secondo i dati CoinMarketCap.com, esistono più di 1.500 criptovalute. L’amministratore delegato ha previsto che il 99% di quelle risorse digitali non esisterà tra 10 anni. “Ci saranno delle correzioni lungo la strada, e quegli operatori che non risolvono realmente un problema reale verranno spazzati via” – ha detto.

Non solo alcune criptovalute non hanno un caso d’uso comprovato, ma sono state accusate di rovinare gli investitori attraverso un processo di raccolta fondi come l’ICO, poco regolamentato e disciplinato. Ne è derivato che la stessa Securities and Exchange Commission ha messo in guardia contro gli schemi pump-and-dump e ha recentemente messo sotto accusa alcuni di tali piani.

“La SEC è coinvolta come dovrebbe, perché sono state commesse frodi nel settore” – ha poi affermato Garlinghouse. “Siamo stati sostenitori del coinvolgimento del governo, poiché le autorità dovrebbero proteggere gli investitori e le aziende”.

Rate this post
Compra bitcoin con mastercard

About Roberto Rais

Grande appassionato di criptovalute, scrittore ormai da tempo per cripto-valuta.net

Guarda anche

Analisi dei prezzi di Bitcoin: BTC/USD è in testa verso il livello di $ 4,254 - Analisi dei prezzi di Bitcoin 310x165

Analisi dei prezzi di Bitcoin: BTC/USD è in testa verso il livello di $ 4,254

sulle cripto Analisi quotazione Bitcoin: Punti chiaveTendenza rialzista del BTC/USD nel medio termineTendenza nel breve …

Newsletter : tieniti aggiornato!

Ricevi in anteprima gli ultimi aggiornamenti

Noi rispettiamo la tua privacy
RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook