Gli utenti europei di eToro denunciano un’irregolarità nella chiusura improvvisa dei contratti cripto con leva finanziaria

Gli utenti europei di eToro denunciano un’irregolarità nella chiusura improvvisa dei contratti cripto con leva finanziaria - eToro Logo 1024x768I trader europei di eToro affermano di aver subito danni a causa degli ultimi provvedimenti del broker per quanto riguarda le posizioni cripto con leva, che sono state bruscamente chiuse di fronte a quella che la piattaforma di trading ha definito “estrema volatilità del mercato”.

Decine di utenti europei di eToro danneggiati dalla chiusura improvvisa delle posizioni cripto

Agli investitori al dettaglio nel Regno Unito e negli Stati Uniti è vietato acquistare derivati ​​cripto, inclusi contratti finanziari che consentono il trading con margine in cui gli investitori devono versare solo una piccola quantità del guadagno figurativo del contratto.

Ai clienti di eToro nei paesi europei che consentono tale negoziazione di contratti per differenza (CFD), invece, è stato comunicato via e-mail la sera di venerdì 8 gennaio: “Se non aumenti il ​​margine al 100%, la posizione verrà chiusa alle 21:00 GMT di oggi.”

L’avviso includeva anche una spiegazione secondo cui i clienti con saldo disponibile potevano mantenere le posizioni aperte aggiungendo fondi, mentre quelli che non avevano saldo disponibile potevano decidere di chiudere altre posizioni per liberare fondi.

Tuttavia, i trader scontenti dell’iniziativa si sono sfogati su Twitter affermando che quattro ore dopo l’annuncio, eToro ha chiuso tutte le posizioni con leva sulle criptovalute, comprese quelle che gli utenti avevano tentato di mantenere aperte, violando così il patto con i suoi utenti.

Amy Butler, responsabile globale delle PR di eToro, ha affermato che la stragrande maggioranza dei clienti di eToro non è stata toccata dai cambiamenti. “Sappiamo che ci sono diverse dozzine di clienti frustrati e stiamo lavorando duramente per risolvere i loro problemi”, ha detto Butler.

L’impatto su eToro della corsa al rialzo delle criptovalute

La scorsa settimana, eToro, che si dice stia pianificando una quotazione pubblica da 5 miliardi $, ha preso un ulteriore provvedimento aumentando il livello di deposito richiesto da 200 $ a 1.000 $ al fine di gestire meglio la domanda travolgente da parte di speranzosi trader di criptovalute attratti dai prezzi alle stelle.

La decisione temporanea di aumentare i minimi di deposito è dovuta all’aumento della domanda, ha affermato Butler. Per quanto riguarda la rimozione della criptovaluta in Europa, questa decisione è stata presa “dal punto di vista della gestione del rischio interno”, ha affermato Butler, aggiungendo che non era correlata a potenziali piani di IPO.

“I clienti eToro riceveranno i loro fondi. Se eToro non li rimborserà, lo farà lo Stato di Cipro”, ha detto Jurij Toplak, professore di diritto presso l’Alma Mater Europea in Slovenia e aggiunto alla legge Fordham di New York.

Toplak ha detto che i clienti eToro offesi da lui rappresentati si rivolgeranno alla Cyprus Securities and Exchange Commission nel tentativo di revocare la licenza di eToro. “Immagino che, con la crescita spropositata delle criptovalute, eToro ha scoperto di non essere in grado di pagare così tanti soldi ai clienti”, ha detto Toplak in un’intervista. “E poi hanno semplicemente annullato i contratti.”

Comments (No)

Leave a Reply

ArabicCroatianCzechDanishDutchEnglishEstonianFilipinoFinnishFrenchGermanGreekHungarianIndonesianItalianLatvianLithuanianMalayNorwegianPolishPortugueseRomanianRussianSerbianSlovakSlovenianSpanishSwedishThaiTurkishVietnamese