Il Bitcoin supera i 18.000 dollari grazie alla ripresa del mercato delle criptovalute

Il Bitcoin supera i 18.000 dollari grazie alla ripresa del mercato delle criptovalute - b 5fe2b43bf3Il Bitcoin (quotazione BTC) ha registrato un’impennata in vista della pubblicazione dei dati sull’indice dei prezzi al consumo (CPI) di dicembre negli Stati Uniti. La valuta digitale pioniera è attualmente scambiata a circa 18.180 dollari, in rialzo del 4,21% nelle ultime 24 ore.

L’impennata arriva mentre gli esperti hanno previsto che i dati sull’inflazione potrebbero dare credito alle affermazioni secondo cui l’inflazione si sta affievolendo. Reuters riporta che i dati sull’IPC di dicembre dovrebbero attestarsi intorno al 5,7% quando saranno resi noti oggi 12 gennaio. Il dato sarà un rallentamento rispetto al 6% registrato a novembre e porterà l’inflazione mensile a zero.

Questi dati sono considerati un indicatore significativo per gli investitori che cercano di prevedere la direzione futura del mercato. Da un lato, infatti, fa sperare che la Federal Reserve Bank degli Stati Uniti continui a rallentare i rialzi dei tassi d’interesse.

“…è inevitabile che l’IPC statunitense di oggi sia in grado di influenzare il prossimo mese. Le ultime uscite hanno visto due sorprese al ribasso sull’IPC di fila per la prima volta dalla pandemia, il che ha fatto crescere le speranze che la Fed possa ottenere un atterraggio morbido”, ha scritto Jim Reid, stratega di Deutsche Bank.

I precedenti annunci di rialzo dell’IPC e dei tassi di interesse hanno avuto effetti notevoli sul mercato dei BTC. Il più significativo è stato il rialzo di settembre, seguito da un calo del 10% del prezzo del BTC.

In un tweet, lo pseudonimo analista di criptovalute Cantering Clark ha sottolineato che al momento esiste già un’interessante relazione tra BTC e CPI. Il mercato ha scambiato al rialzo in previsione dell’annuncio dell’IPC. Potrebbe quindi vendere in seguito all’annuncio. Questo è uno dei diversi modelli che l’analista nota.

Il BTC continuerà a recuperare nel 2023?

Tuttavia, alcuni analisti di criptovalute hanno ancora delle riserve su cosa aspettarsi dai dati dell’IPC. L’opinionista di mercato “CryptoGodJohn” ha avvertito che i partecipanti al mercato dovrebbero fare attenzione al “bull posting”. Pur ammettendo che l’inflazione potrebbe alimentare il BTC fino a circa $19-$20k, ha osservato che se le aspettative sono sbagliate, i trader potrebbero subire enormi perdite.

“Vedo un’estrema quantità di bull posting mentre $BTC si trova sotto la resistenza del time frame più alto a $17.600 e l’IPC tra due giorni. Spero che abbiate ragione, perché altrimenti molti di voi verranno sciacquati duramente”, ha scritto in un tweet.

Allo stesso modo, gli esperti di mercato non sono fiduciosi che la Fed sia riuscita a contenere in modo duraturo la corsa all’inflazione iniziata nel 2022. Michael Burry, il famoso investitore Big Shot, ha scritto che l’attuale picco di inflazione non è l’ultimo di questo ciclo.

Egli osserva inoltre che l’IPC probabilmente scenderà fino a quando gli Stati Uniti non entreranno in recessione. Quando ciò accadrà, la Fed ridurrà i rialzi dei tassi e il governo stimolerà l’economia portando a un’altra inflazione.

Comments (No)

Leave a Reply