La Brexit è un'opportunità pubblicitaria per le società cripto

La Brexit è un’opportunità pubblicitaria per le società cripto

La Brexit è un'opportunità pubblicitaria per le società cripto - 191024162945 20192310 brexit illo 1 gfx exlarge 169Quando il Regno Unito ha lasciato l’Unione Europea la scorsa settimana, il fornitore di hardware con sede a Parigi Ledger, e l’exchange con sede a Vienna Bitpanda hanno espresso le loro idee sul tema della “Brexit”.

Let’s take back control

Venerdì scorso, a Canary Wharf, un quartiere finanziario di Londra, Ledger ha esposto un manifesto digitale di 7×4 metri, che riprendeva e reinterpretava il controverso slogan pro-Brexit “Let’s take back control” – riprendiamoci indietro il controllo.

Pascal Gauthier, CEO di Ledger, ha affermato che ci sono valori condivisi tra il movimento Brexit e la comunità cripto. Ma solo la crittografia consente alle persone di “riprendere il controllo per davvero”, recita la pubblicità. Il cartellone è stato installato per 24 ore. “Troviamo divertente che la stessa frase possa significare due cose diverse”, ha detto Gauthier.

Il cartellone pubblicitario ha lo scopo di sfidare il nativismo alla base del successo della Brexit. “Brexit significa riprendere il controllo sui confini e sulla valuta. È molto incentrato sul Regno Unito. Bitcoin è l’opposto. È una tecnologia globale senza confini “, ha detto Gauthier.

L’executive è in attesa di vedere come gli accordi commerciali della Brexit influenzeranno la sua azienda in futuro. Ledger ha aperto un’operazione nel Regno Unito lo scorso trimestre ed impiega diverse persone a Londra, anche se al momento non ha “un ufficio fisico”.

Milioni di persone non possono sbagliarsi. A meno che non siano britannici!

Lo scambio di criptovalute Bitpanda ha preso una linea più dura riguardo alla Brexit. “Personalmente, penso che la Brexit sia un errore”, ha affermato Eric Demuth, co-CEO e fondatore di Bitpanda.

“Credo che molte persone non vedano il grande impatto di Brexit e siano state fuorviate dagli obiettivi personali a breve termine di alcuni politici. Nessuna autopromozione di qualche politico dovrebbe essere una ragione per privare i cittadini delle proprie libertà.”

Facendo luce su questa presunta presa politica, Bitpanda ha investito in una campagna pubblicitaria di più giorni, ricordando agli spettatori che “Milioni di persone non possono sbagliarsi. A meno che non siano britannici”.

Tale monito è stato esposto sul “The Screen” a Canary Wharf ed in altre tre sedi di Londra, con 38 installazioni in Glasgow, Scozia ed in tutta la capitale belga di Bruxelles. Peter McCormack, un eminente commentatore inglese del mondo cripto, ha definito lo slogan “ipocrita” ed ha affermato che “i veri bitcoiner probabilmente sosterrebbero la Brexit”.

Da parte sua, McCormack ha affermato di sostenere il divorzio in teoria, sebbene riconosca che l’alleanza forgiata nel 1973 abbia contribuito a mantenere la pace in Europa. Ivis Buric, un rappresentante di Bitpanda, ha affermato che la società ha ricevuto una serie di rifiuti dai proprietari dei media di Londra, che hanno respinto la pubblicità per la sua natura politica.

“Per fortuna, c’è ancora libertà di parola e di regole pubblicitarie, per cui rimarremo qui”, ha detto Buric. La campagna mediatica di Bitpanda è iniziata giovedì sera e Buric ha dichiarato che la società è contenta della risposta della comunità. Ha anche affermato che c’è stato un aumento del 12,68% degli utenti dall’Europa.

DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish