L’attività di rete rivela che gli orsi hanno ancora il controllo dei mercati delle criptovalute

L'attività di rete rivela che gli orsi hanno ancora il controllo dei mercati delle criptovalute - bitcoinI mercati del Bitcoin e delle criptovalute sono in ritirata dai massimi di sette settimane raggiunti nel fine settimana, e l’attività sulla catena indica che gli orsi hanno ancora molta energia.

Circa 50 miliardi di dollari hanno lasciato lo spazio degli asset cripto dal fine settimana. I mercati sono in ritirata questa settimana, con una capitalizzazione totale che ieri è scesa sotto i 1.100 miliardi di dollari.

Dopo il grande crollo di metà giugno, i mercati delle criptovalute hanno avuto un andamento altalenante, con una resistenza troppo forte da superare. Il fornitore di analisi on-chain Glassnode ha riferito che gli orsi sono ancora saldamente in controllo del mercato.

Rally di soccorso degli orsi

Secondo Glassnode, che ha analizzato i dati della rete Bitcoin (quotazione BTC) nel suo rapporto settimanale, “l’attuale attività di rete suggerisce che l’afflusso di nuova domanda è ancora scarso”.

L’azienda ha analizzato le transazioni di rete, l’attività degli indirizzi e le commissioni, che di solito sono un buon indicatore della domanda di Bitcoin e dei suoi fratelli.

Ha notato che, nonostante il recente rally a $24K, queste tendenze sono in declino, il che indica che siamo “saldamente nel territorio del mercato orso”. Il Bitcoin è attualmente scambiato a 22.880 dollari, proprio sulla media mobile a 200 settimane. Questo indicatore è stato il fondo del mercato e un solido supporto nei due precedenti mercati orso, anche se i prezzi sono scesi al di sotto di esso.

Un altro indicatore di fondo del mercato è il Prezzo Realizzato, che misura il valore di tutte le monete in circolazione al prezzo dell’ultimo movimento, o un’approssimazione di quanto l’intero mercato ha pagato per le proprie monete. Il prezzo realizzato del BTC è attualmente di 21.807 dollari, secondo il sito di grafici Woo Charts.

Osservando l’ultimo mese di consolidamento, Glassnode ha dichiarato che è rimasta solo una “base stabile di trader e investitori con maggiore convinzione”. Questi si sono accumulati lentamente, ma non c’è stata una nuova domanda che abbia fatto salire i prezzi.

Considerando lo stato attuale dell’economia globale, è probabile che questo scenario permanga per qualche tempo. Solo quando l’inflazione sarà sotto controllo e i trader e gli investitori al dettaglio avranno più liquidità per gli asset ad alto rischio, la domanda di criptovalute aumenterà.

Raffreddamento delle criptovalute

I mercati sono in ritirata dai massimi di sette settimane del fine settimana. Il Bitcoin è piatto, anche se Ethereum (ETH) ha guadagnato marginalmente il 2,6%, superando i 1.600 dollari nella sessione asiatica di mercoledì mattina. Solana (SOL) ha registrato il calo maggiore, pari al 4%, a causa della notizia di un attacco all’ecosistema.

Comments (No)

Leave a Reply