L’interoperabilità può essere la sola minaccia al dominio di Ethereum

L'interoperabilità può essere la sola minaccia al dominio di Ethereum - how to start a career in blockchain technologySebbene sia l’hub principale di rete per attività come DEFI, smart contract ed NFT, i ponti costruiti utilizzando reti concorrenti come Tezos potrebbero rappresentare una seria sfida alla quota di mercato di Ethereum in queste aree.

Nuove soluzioni a vecchi problemi potrebbero minare la potenza della rete

Nel tempo trascorso dalla presentazione della rete, i killer di Ethereum hanno affermato che avrebbero sostituito la rete con transazioni più veloci, più scalabilità, tariffe più basse e avrebbero fatto praticamente tutto meglio.

Nonostante tutto il clamore che circonda queste risposte ai difetti di Ethereum, nessuna rete è stata in grado di spostare l’appeal della rete nella sua totalità. Tuttavia, le carenze di Ethereum sono attualmente sotto attacco da tutte le parti, e più che mai.

Il protocollo WRAP recentemente svelato da Bender Labs è una delle tante frecce che potrebbero seriamente mutilare lo stato di Ethereum. Questo protocollo decentralizzato altamente interoperabile, consentirà la trasformazione e il trasferimento dei token Ethereum, inclusi gli standard ERC-20 ed ERC-721, alla blockchain di Tezos.

I token di Ethereum sono effettivamente bloccati sulla blockchain tramite questo protocollo prima che venga creata una versione “incartata” sulla rete corrispondente, in questo caso Tezos. Il valore sottostante della versione con wrapping è legato al token effettivo che viene copiato, utilizzando il token nativo $WRAP per orchestrare la trasformazione. Tutti i token Ethereum incapsulati sono quindi compatibili con lo standard FA2 di Tezos, consentendo loro di essere utilizzati liberamente all’interno della rete.

Una vera sfida allo status quo

Sebbene sconfiggere Ethereum non sia l’obiettivo dichiarato di Bender Labs, l’idea di costruire un sistema finanziario decentralizzato più aperto e interoperabile sfida il dominio della rete.

Il “ponte” di questo nuovo protocollo consentirà ai titolari di token di muoversi liberamente tra i due ecosistemi con costi minimi. Fornendo una maggiore abbondanza di scelta e allo stesso tempo concedendo agli utenti l’opportunità di votare con i piedi.

Dato che Tezos ora vanta un ecosistema molto più conveniente per sviluppatori e utenti rispetto a Ethereum, grazie al suo consenso proof-of-stake, questa ritrovata capacità di migrare senza problemi tra le catene rappresenta una grave minaccia. Inoltre, la natura auto-aggiornabile di Tezos significa che le future modifiche alla rete sono molto più facili da implementare rispetto al lungo processo di aggiornamento di Ethereum.

Un percorso di adozione imprevedibile

Le crescenti commissioni su Ethereum rappresentano già il catalizzatore necessario per un esodo di sviluppatori e utenti. L’attrazione dei costi di transazione inferiori di Tezos senza cambiamenti dimostrabili nell’esperienza utente è difficile da negare.

Tuttavia, sebbene possa sembrare un killer di Ethereum per certi aspetti, il protocollo WRAP potrebbe avere l’effetto opposto a lungo termine. Fornendo agli utenti un metodo quasi senza attriti per spostarsi tra gli ecosistemi, Ethereum potrebbe effettivamente trarre vantaggio da un uso esteso.

Come? Molto semplicemente, se Defi diventa più competitivo e l’uso di smart contract si espande, le due reti probabilmente competeranno per la domanda poiché ciascuna si aggiorna e innova continuamente per attirare la partecipazione. 

Comments (No)

Leave a Reply