Le criptovalute private potrebbero esistere accanto a un Fedcoin, dice il presidente della Fed statunitense

Le criptovalute private potrebbero esistere accanto a un Fedcoin, dice il presidente della Fed statunitense - White House Fed Jerome PowellUn Fedcoin americano è stato presentato come la più grande minaccia imminente per Bitcoin e altre criptovalute negli Stati Uniti. Ma secondo il presidente della Federal Reserve, non dobbiamo scegliere uno e possiamo scegliere entrambi. Jerome Powell ha inoltre promesso di pubblicare un rapporto su cui la Fed sta lavorando riguardo alle criptovalute nelle prossime settimane.

La posizione contrastante con la Fed

Powell stava parlando durante un’audizione di conferma davanti al Comitato bancario del Senato martedì 11 gennaio. Ha affrontato questioni economiche e finanziarie chiave, tra cui la promessa di ridurre l’iniezione di capitale della Fed nel mercato e un aumento dei tassi di interesse. Anche la crittografia è inevitabilmente venuta fuori, e mentre la Fed è stata per lo più anti-crittografia, Powell ha dato un barlume di speranza sul futuro del settore negli Stati Uniti.

Il senatore Pat Toomey ha chiesto a Powell “Se il Congresso dovesse autorizzare e la Fed dovesse perseguire un dollaro digitale della banca centrale, c’è qualcosa in questo che dovrebbe precludere una moneta stabile ben regolata, emessa privatamente, di coesistere con un dollaro digitale della banca centrale?”

“No, niente affatto”. Powell, che è stato recentemente nominato per un secondo mandato in cima alla Fed dal presidente Joe Biden, ha detto al Senato.

Powell ha anche rivelato che la Fed si sta avvicinando alla pubblicazione del suo rapporto sulle valute digitali e i CBDC, un rapporto che sta arrivando da mesi. Nel luglio dello scorso anno, la Fed aveva affermato che il rapporto sarebbe stato pronto per settembre. Tuttavia, è stato spinto di nuovo in avanti e nonostante le promesse che sarebbe stato rilasciato prima della fine dell’anno, non lo è stato.

Powell ha detto al Senato:

“Non siamo riusciti a portarlo proprio dove dovevamo portarlo. Powell ha detto dei ritardi del rapporto. Ma è effettivamente lì ora, è entro poche settimane [che] lo pubblicheremo”.

Il Fedcoin metterà fine alle stablecoin?

Mentre Powell ha affermato che il Fedcoin esisterebbe accanto alle stablecoin regolamentate, questa relazione sarebbe molto più complessa di quanto abbia fatto credere.

Per natura, un CBDC è una rappresentazione digitale di una valuta fiat in un rapporto 1:1. Il Fedcoin, come tale, sarebbe un dollaro USA digitale. Le Stablecoin non sono diverse, almeno in teoria. Prendete Tether per esempio – è una rappresentazione digitale del dollaro americano, presumibilmente sostenuta da una quantità equivalente di dollari in banca (o altri beni facilmente convertibili, come abbiamo scoperto di recente).

L’unica differenza tra Fedcoin e Tether sarebbero gli emittenti. E quando si tiene conto dei problemi di fiducia che affliggono Tether, è facile capire perché il Fedcoin potrebbe occupare una parte della quota di mercato di Tether.

Ma non è tutto. Un rapporto di novembre del President’s Working Group on Financial Markets ha raccomandato che tutti gli emittenti di stablecoin devono essere regolati come le banche. Questo sottoporrebbe Tether alle stesse regole a cui aderiscono banche come JPMorgan, e con la traballante struttura aziendale di Tether, questo potrebbe rivelarsi quasi impossibile.

Sarebbe sicuro assumere che le attuali stablecoin come Tether affronterebbero un colpo enorme, alcune potrebbero anche dover lasciare il mercato statunitense. Vedrebbe anche banche come JPMorgan emettere le proprie stablecoin per riempire il vuoto.

Mentre le banche cercano di mettersi al passo con il mercato, la Fedcoin avrebbe tutto il tempo necessario per affermarsi sul mercato.

Comments (No)

Leave a Reply